L’angolo delle occasioni:

Nell’angolo delle occasioni oggi abbiamo fino a esaurimento scorte:


              GREVILLEA TAMBORITHA







  • E'una pianta mediterranea dal portamento allargato tappezzante e a fogliame persistente, con numerosi aghi verde azzurrino, lanuginosi, più larghi di quelle della Grevillea Rosmarinifolia.

    Raggiunge un'altezza che va da 0,50 a 0,60 m., mentre il diametro va da 1 a 1,25 m.

    L'arbusto presenta una fioritura a mazzi di fiori ricurvi, rosso chiaro e giallo crema, da Aprile a Giugno.

    È adatto per terreni fertili, ma teme il calcare, e predilige un'esposizione soleggiata o semiombreggiata. Resiste fino a -5°/-7°C.

    Grevillea Lanigera 'Mount Tamboritha' è ideale per giardini rocciosi, scarpate e fioriere.



     ROSELLINE AD ALBERELLO
          COLORI ASSORTITI 



   

  • Le rose ad alberello sono una varietà ibrida rose molto robuste e rifiorenti, dalle grandi corolle, con il centro alto, a forma di cono.
    I fiori delle rose ad alberello sono più piccoli rispetto a quelli delle varietà comuni di rose da giardino, ma, d'altro canto, presentano una fioritura molto più abbondante



        1€  : altezza 30cm – vaso 14 cm

                      Mirto

  • La pianta di mirto è una specie spontanea tipica della macchia mediterranea.
    Gli usi, avendo la pianta numerose proprietà officinali e aromatiche, non si limitano certo alla sola produzione del liquore
  • La pianta di mirto ha portamento arbustivo-cespuglioso, con ramificazioni molto fitte,abbiamo quindi piccoli cespugli alti 50 cm, ma anche grossi arbusti serrati che raggiungono i 3-4 m. C’è da dire che, per quanto rustico, il mirto teme il freddo intenso e prolungato. Proprio per questa ragione la sua distribuzione è soprattutto sulla zona costiera.
  • Ama i terreni con reazione neutra o al più un po’ acida, mentre rifugge quelli con reazione calcarea. Se assistita con acqua e concimazione organica, la pianta di mirto manifesta uno spiccato vigore vegetativo e produttivo.
    Quindi vi il consiglio è quello di concimare almeno una volta l’anno la pianta e non farle soffrire la carenza d’acqua in stagioni troppo secche.